domenica 14 maggio 2017

Sorte dell'Europa

Sorte dell'Europa di Savinio è un librettino agile nel formato ma profondo nel pensiero che andrebbe sempre tenuto nel taschino della giacca se solo gli uomini usassero ancora portarla. Si prenda ad esempio 30 agosto 1943 - Difesa dell'intelligenza, dove partendo da Schopenhauer (Schopenhauer e Leopardi tenuti in massima stima), si fa una difesa appassionata di Giovanni Gentile, del suo diritto di esistere anche dopo la caduta del fascismo come uomo di pensiero, perché l'Italia ne ha bisogno, sappiamo tutti come andò a finire. Mi sento molto affine a Savinio, facendo le debite proporzioni.