giovedì 9 marzo 2017

L'uomo mente a se stesso

L'uomo coltiva la menzogna per rendersi più sopportabile la vita, è un tema ricorrente: l'uomo vede la morte e coltiva l'idea dell'aldilà, vede Marx e coltiva l'idea della fine della storia, tutte le ingiustizie emendate, una volta per tutte. Così, più prosaicamente, vede il sovranista/populista di turno e pensa alla rivoluzione e al reddito e alla protezione che ne conseguirà, perché i rivoluzionari provvederanno ai bisogni del popolo. Mentire a se stessi è tanto facile quanto pericoloso, per sé e per gli altri, meglio guardare in faccia la realtà, analizzare se stessi dall'interno prima di proiettare le proprie frustrazioni all'esterno inseguendo il sogno della società perfetta.